mercoledì, giugno 8

Crostatina meringata

Ciao Ragassuoli! Come va? Noi siamo indietrissimo (so che non è italiano, ma aiuta a rendere l'idea) con la pubblicazione dei post.. Dovrei postare mille ricette - la maggior parte di Montersino :) - ma oggi passo subito a quella appena finita... Finalmente ho iniziato a mattere in pratica gli insegnamenti del grande Luca e sperimentare inventando un po'.
Il nome è molto fantasioso, è una crostata, e sopra c'è della meringa italiana un po' caramellata, da cui Crostata Meringata. Il ripieno è di crema pasticciera da forno al limoncello, visto che la regalerò ai suoceri ho pensato di farla con qualcosa di cui siano golosi :)
La frolla è senza burro e senza glutine, e questo è tutto. Curioso, quando parlo delle ricette degli altri potrei sproloquiare per righe e righe...e ora che dovrei parlare di una mia creaturina ( pur usando tecniche apprese da altri), beh, non so che dire.
Ma d'altro canto, l'unica cosa importante da dire è la ricetta....quindi :)

Frolla al farro e olio evo

500 g farina farro
250 zucchero di canna grezzo ( io ne ho usato una varietà del Perù di cui sono innamorato..
ha profumo di caffé!)
70g olio evo
70g olio di semi ( spremitura a freddo, mi raccomando!!)
125g acqua
8g cremor tartaro
1 bacca vaniglia Tahiti

crema da forno al limoncello

200 g latte intero
60 g panna
40 g limoncello
la buccia di 1/2 limone
20 g fecola di patate
90g tuorli
150 zucchero semolato
15 g burro cacao

Meringa italiana

100g albumi
40g zucchero semolato

160g zucchero semolato
40g acqua

Preriscaldiamo il forno a 220.
Ok, partiamo dalla frolla. Farla è davvero semplice, utilizzarla molto meno per via della sua consistenza..ma iniziamo.
Mescolate lo zucchero all'acqua, finché non si scioglie quasi tutto. Poi, il cremor tartaro, i due oli lentamente mescolado con la frusta, i semi di vaniglia e la farina. Lavorate l'impasto e mettetelo in frigorifero a rassodare. NON si rassoderà come una normale frolla, perchè i grassi che abbiamo usato sono liquidi, e non solidificano come il burro in frigo, quindi non preoccupatevi. Mentre riposa, prepariamo la crema.
Mescolate il latte, la panna, il limoncello e metteteli a scaldare. In una ciotola sbiancate a frusta i tuorli con lo zucchero, la fecola e la buccia grattuggiata. Quando bolle, versate il composto di tuorli e mescolate finché non si rassodda per bene. Mentre raffredda qualche minuto tiriamo la frolla e rivestiamo uno stampo da 18 cm, poi versiamoci dentro la crema e inforniamo per 20'.
Mentre cuoce, prepariamo con gli albumi avanzati dalla crema la meringa. In un pentolino mettiamo lo zucchero a l'acqua, e iniziamo a scaldare. Lo zucchero restante, i 40g li versate negli albumi, e iniziate a montare. Quando lo sciroppo di acqua e zucchero arriverà a 121° , veratelo a filo continuando poi a montare fino al raffreddamento. Mettete poi la crostata su un piatto da portata, poi con la sacca da pasticciere decorate la crostata con ciuffi di meringa, e quando avete finito caramellatela con il cannello.
^^ A questo punto, servire e mangiare!

Ciao Ragassuoli, a presto!!!!






Ecco la Crostatina, è davvero molto semplice ma invitante!



Questi ciuffi dicono- dai, prendine una ditata daaai daaaaaii :)

4 commenti:

nerodiseppiablog ha detto...

No ma è una meraviglia! Davvero, complimentissimi!

SELENA ha detto...

fate invii all'estero, vero??? ;)

Jul e Mo ha detto...

^^ Grazie dei complimenti!!!!
Selena, appena vengo in spagna a fare il 'camino', faccio una deviazione e te la porto! ^^
Grazie ancora!! Un bacione collettivo!
Moreno

ValeTork ha detto...

attenzione!!!
forse ho letto male, ma questa ricetta ha il glutine eccome!!! il farro non è permesso ai celiaci

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...